Differenza tra FOTOSINTESI e RESPIRAZIONE delle PIANTE

Aiuta lo sviluppo del sito, condividendo l'articolo con gli amici!

La fotosintesi e la respirazione delle piante sono due processi che si completano a vicenda. Anche se a volte li confondono, stiamo parlando di due reazioni diverse. Uno fornisce ossigeno e viene alimentato attraverso una serie di trasformazioni. La respirazione, come nel resto degli esseri viventi, è necessaria, sebbene nelle piante il modo per ottenere l'ossigeno possa sembrare alquanto complesso. Tuttavia, è molto più semplice di quanto pensiamo.

Ciascuno di questi processi è vitale per compensare l'altro, senza l'uno il secondo non esisterebbe. Pertanto, entrambi sono necessari per la vita di una pianta e quella del pianeta. In Green Ecologist spiegheremo in modo semplice il differenza tra fotosintesi e respirazione delle piante, così come a cosa servono in ciascun caso.

Cos'è la fotosintesi - riassunto

Le piante si nutrono di a processo chiamato fotoautotrofi, di cui fanno parte anche piante acquatiche, come ad esempio le alghe. Le verdure richiedono raggi ultravioletti che provengono dal sole, con questa reazione trasformare l'anidride carbonica che generano, nei componenti organici e nell'ossigeno.

Senza l'esistenza dei raggi solari, questo processo sarebbe impossibile, quindi non ci sarebbe vegetazione. I raggi ultravioletti stimolano gli elettroni quando entrano in contatto con la clorofilla della pianta e, con questa, si liberano le molecole di ossigeno presenti nella CO2.

Questo processo genera carboidrati che finiscono per essere immagazzinati all'interno delle cellule dei vegetali, trasformandoli in energia e cibo. Possiamo riassumere questo procedura in quattro parti Quali sono le seguenti:

  1. Assorbimento: In questa fase la radice del vegetale si dirige e si sviluppa verso l'acqua. Questo fornisce idratazione e minerali dalla terra.
  2. La circolazione: tutto ciò che viene assorbito dalle radici scorre attraverso il fusto fino a raggiungere le foglie.
  3. Fotosintesi: questo viene effettuato dalle foglie, dove clorofilla assorbe la luce solare. La luce, insieme alla CO2, modifica la linfa grezza in linfa lavorata, che alimenta la pianta.
  4. Respirazione cellulare: un breve riassunto di ciò che spiegheremo di seguito, le piante assorbono ossigeno ed espellono CO2 proprio come gli animali, anche se in modo diverso. Questo processo si stabilisce principalmente sulle foglie e sugli steli. La respirazione è continua, sia di giorno che di notte, anche se nel secondo caso, in assenza di luce, le piante effettuano solo il processo di respirazione.

Respirazione cellulare nelle piante

Le piante respirano attraverso le foglie e, inoltre, fare la respirazione il processo è l'opposto della fotosintesi. In questo caso, ossigeno e glucosio vengono trasformati in CO2 e acqua. Successivamente, l'energia trattenuta dai carboidrati viene rilasciata gradualmente.

Per il respirazione cellulare nelle piante la luce del sole non è necessaria costantemente. Questo è un processo continuo ed esotermico (rilascio di energia), mentre nella fotosintesi avviene durante la luce solare ed è endotermico (richiede energia).

Le cellule situate nel tronco e nelle radici non hanno pigmenti fotosintetici per assorbire la luce. Con cui, i vegetali devono ottenere energia attraverso altri meccanismi, come le cellule delle foglie che hanno la clorofilla. Quando non c'è presenza solare, l'energia di cui hanno bisogno le cellule vegetali è ottenuta attraverso riserve energetiche, che sono costituite principalmente da amido.

Per sfruttare la sua energia, deve essere suddiviso in molecole costituite da glucosio. Questi, a loro volta, vengono trasferiti all'interno delle cellule dove vengono trasformati in molecole organiche. Le molecole finiscono per penetrare nei mitocondri, dove avviene la respirazione cellulare.

Un'altra differenza tra questi due processi è che, per far respirare le piante, non sono necessari catalizzatori, come può avvenire nella fotosintesi, la cui reazione è generata dalla clorofilla. La respirazione cellulare ha origine dai mitocondri e dal citoplasma delle cellule.

Differenze tra fotosintesi e respirazione cellulare

In sintesi, questi sono i principali differenze tra fotosintesi e respirazione cellulare delle piante:

  • La respirazione, come termine generale, è necessaria sia nelle piante, che nelle piante è chiamata respirazione cellulare, sia negli animali, che comunemente conosciamo come respirazione animale. Invece, la fotosintesi è un processo che esiste solo nelle piante.
  • Durante il processo di respirazione cellulare delle piante, il glucosio viene trasformato in energia, viene prodotta energia, nella fotosintesi vengono prodotti elementi con energia, cioè viene utilizzata energia.
  • Nella respirazione si liberano CO2 e acqua, mentre nella fotosintesi questi due elementi, oltre alla luce, sono necessari per poter sintetizzare il glucosio.
  • Per svolgere la respirazione cellulare nelle piante, è necessaria la CO2 e l'ossigeno viene rilasciato e la fotosintesi collabora al suo rilascio.
  • Nella respirazione, l'energia viene rilasciata, mentre nella fotosintesi si accumula.

Grazie alla fotosintesi e alla presenza delle piante, possiamo ottenere ossigeno, il cui elemento è vitale per la vita sul pianeta.

Se vuoi leggere più articoli simili a Differenza tra fotosintesi e respirazione delle pianteTi consigliamo di entrare nella nostra categoria Curiosità sulla natura.

Aiuterete lo sviluppo del sito, condividere la pagina con i tuoi amici
Questa pagina in altre lingue:
Night
Day